Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

Sicurezza lavoratori isolati: normativa italiana

Sebbene la vigente normativa italiana non tratti il tema del lavoratore isolato in maniera specifica, sono presenti però alcuni riferimenti a cui porre particolare attenzione.
Il più noto D.Lgs.81/08, riferimento per tutti gli operatori di sicurezza sul lavoro, tratta in generale di:

  • Art. 15: Tutela salute e sicurezza dei lavoratori
  • Art. 17: Valutazione dei rischi
  • Art. 43: Gestione delle emergenze

Mentre è nel DM 388 del 2003 che troviamo alcuni riferimenti diretti ai lavoratori isolati:

  • Art. 2, c.2/b: Indicazione di un mezzo di comunicazione «idoneo» per attivare il sistema di emergenza
  • Art. 2, c.5: Riferimento diretto a un mezzo di comunicazione per i lavoratori isolati

“Nelle aziende o unità produttive che hanno lavoratori che prestano la propria attività in luoghi isolati, diversi dalla sede aziendale o unità produttiva, il datore di lavoro è tenuto a fornire loro […] ed un mezzo di comunicazione idoneo per raccordarsi con l'azienda al fine di attivare rapidamente il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale”.

In questo decreto si cita esplicitamente un mezzo di comunicazione diretto da dare in dotazione ai lavoratori sia per fare una chiamata di soccorso ma anche per essere in contatto con la propria azienda.

Ma quando un lavoratore è considerato «isolato» e deve essere data evidenza delle misure prese per ridurre i rischi a cui è soggetto nei Documenti del Sistema Salute e Sicurezza Aziendale?

Un lavoratore è isolato se non è visibile e/o udibile dagli altri, indipendentemente da quanto distante sia. Di solito svolge la propria attività senza una sorveglianza, un’interrelazione diretta o la presenza ravvicinata di altri soggetti. Il concetto di isolamento deve essere inteso sia in termini di posizione rispetto al contesto in cui si trova a dover operare sia in termini di organizzazione della propria attività lavorativa. In altri casi il compito può trasformarsi in solitario per effetto di cause esterne quali, per esempio, il protrarsi oltre il normale orario di lavoro; all’aggettivo “solitario” è possibile associare anche altre condizioni di peculiarità come il turno notturno, un luogo remoto o di difficile accesso, la posizione territoriale, l’estensione di un sito o campus industriale.

Di conseguenza un lavoratore isolato è potenzialmente soggetto a determinati rischi che devono essere correttamente affrontati nel Documento di Valutazione dei Rischi:

  • Maggiori sforzi con conseguente sovraccarico biomeccanico,
  • Asfissia-avvelenamento-intossicazione,
  • Elettrocuzione,
  • Aggressione anche da parte di animali,
  • Impossibilità di chiedere assistenza e/o supporto,
  • Fattori psicosociali.
    Da questo punto di vista entra in gioco anche la Valutazione del rischio Stress Lavoro-correlato secondo l’Art. 28 c1 D.Lgs81/08.

Dunque come affrontare il tema di un lavoratore isolato per adempiere agli obblighi di legge?

  • Individuare le mansioni del lavoratore isolato e darne chiara identificazione nel DVR,
  • Valutare correttamente i rischi,
  • Dare adeguata formazione al lavoratore,
  • Redigere un piano di emergenza specifico,
  • Raccordare tutti i documenti sulla salute e sicurezza,
  • Scegliere un corretto sistema di comunicazione, come da articolo citato in precedenza.

A questo proposito, Pontiradio ha sviluppato e adottato internamente un sistema di comunicazione e telesorveglianza che mette in contatto l’addetto che lavora in solitudine con la centrale operativa aziendale tramite smartphone dotati di tecnologia Push-to-Talk. Questo sistema consente di fare una chiamata d’emergenza ma anche di inviare in centrale un allarme automatico in caso il lavoratore sia incosciente o impossibilitato a raggiungere il telefono.

Per maggiori dettagli vai qui.


News pubblicata il 08/02/2018 in News